02
ott

Roberto Gatti
in: Curiosità, News

Dalle storiche grotte laviche del Vulture – Cantina Basilisco

In Basilicata, nelle terre del vitigno Aglianico, ai piedi del vulcano Vulture, nascono vini ricchi di frutto e dalla grande mineralità che, come in tempi antichi, vengono vinificati e messo a riposare nelle antiche grotte laviche

 

 

L’azienda Basilisco nasce negli anni 90 ai piedi del maestoso vulcano Vulture, in Basilicata. Grazie alla sua intensa ricerca per la qualità, Basilisco diventa presto un’eccellenza nel panorama vitivinicolo del Sud Italia.

 

Nel 2011 viene acquisita dall’azienda I Feudi di San Gregorio, impegnata in un progetto di recupero delle antiche grotte laviche e fortemente convinta del potenziale vitivinicolo di queste terre. Barile è la contrada in cui si estendono i 25 ettari della cantina Basilisco e i cui vigneti sono coltivati interamente con agricoltura biologica.

 

grotte laviche cantina basilisco

 

 

L’azienda Basilisco si trova in un antico palazzo signorile del XVI secolo e gli spazi di vinificazione e conservazione sono le antiche e affascinanti grotte dello “Shech”, il Parco delle Cantine di Barile.

 

Queste grotte di tufo hanno un grande valore storico perché furono scavate nel XV secolo dai profughi albanesi a scopo abitativo.

 

Il celebre scrittore e regista italiano Pierpaolo Pasolini le ha infatti scelte come ambientazione de “Il Vangelo secondo Matteo”.

 

La loro temperatura costante di 16-18° le rende ideali per la conservazione di vino e olio.

 

 

 

interno cantina basilisco

 

L’ultima eruzione del vulcano Vulture, risale a 130000 anni fa e ha lasciato in eredità un terroir dalle caratteristiche eccezionali.

 

Da allora la natura ha ritrovato il suo equilibrio, valore che secondo Pierpaolo Sirch, responsabile di vigna, va preservato al meglio per ottenere il miglior frutto con il minor intervento possibile in vigna e in cantina.

 

I vigneti di Basilisco sono caratterizzati da piccole viti a capanno e da una viticoltura spontanea, tutt’altro che semplice ma di grande soddisfazione nel bicchiere.

 

Viviana Malafarina gestisce la proprietà e segue con passione le operazioni in cantina con la supervisione dell’esperto Pierpaolo Sirch.

 

viticoltura spontanea

 

Lorenzo Vinci ci vuole offrire l’opportunità unica di conoscere e degustare a casa nostra tutti e tre i vini prodotti della cantina Basilisco.

 

I due vini rossi sono ottenuti al 100% da uve Aglianico, vitigno tipico della Basilicata.

 

Il Basilisco è un grande vino rosso, strutturato e potente di cui possiamo apprezzare il suo grande equilibrio e la sua piacevole persistenza in bocca.

 

Il Teodosio è sicuramente un grande simbolo del territorio del Vulture nel quale il vitigno Aglianico conserva al meglio le sue caratteristiche per un minor invecchiamento in barriques.

 

Il bianco dell’azienda si chiama Sophia e ed è un vino fresco, giovane e suadente con note aromatiche avvolgenti.

 

 

( Fonte Il Giornale.it )

 

Annotazioni a margine

Ricordo i primi anni di produzione di questa azienda, incontrata al Vinitaly, dove trovai un aglianico del Vulture dallo stile moderno, dalla grande setosità, ma al tempo stesso con un grande carattere e forza, insomma il classico ” vino dal pugno di ferro in guanto di velluto “. Mi rinfrescherò prima possibile la memoria gustativa, degustando le ultime annate per valutare i progressi compiuti da questa azienda sempre all’avanguardia !

RG

Tags: , , ,

Condividi o commenta Dalle storiche grotte laviche del Vulture – Cantina Basilisco

Lascia un commento


Seguici anche su: