03
set

Roberto Gatti
in: News

Le Langhe piangono il grande produttore Beppe Rinaldi, detto “Citrico”

BAROLO- Le Langhe piangono il grande produttore Beppe Rinaldi, morto a 69 anni dopo una dura lotta di mesi contro un male che non è riuscito a vincere.

 1h4a4981

Conosciuto con il soprannome di «Citrico», per i suoi giudizi taglienti e per l’abitudine a essere sempre sincero e mai accomodante, Rinaldi lascia un grande vuoto nel mondo del vino.

 

Beppe Rinaldi, veterinario “prestato” alla viticoltura e all’enologia, era figlio di Battista Rinaldi, già sindaco di Barolo negli anni in cui i barolesi misero mano al portafogli per acquistare il castello.

 

Intransigente e fedele alle tradizioni Rinaldi ha continuato a produrre Barolo con macerazioni lunghe sulle bucce, e l’affinamento in grandi botti del rovere di Slavonia caro alla storia e all’identità del Barolo.

 

Alla moglie Annalisa e alle figlie Marta e Carlotta vanno le condoglianze della redazione di Gazzetta.

 

 

( Fonte Gazzetta di Alba )

Annotazione

Ho conosciuto Beppe Rinaldi lo scorso anno in Sicilia, durante un evento enogastronomico, ho dialogato con lui, ho trovato una persona vera, diretta e sincera ! Alla famiglia le nostre condoglianze, oggi il mondo del vino piange un grande protagonista. R.I.P.

 

Tags: , , ,

Condividi o commenta Le Langhe piangono il grande produttore Beppe Rinaldi, detto “Citrico”

Lascia un commento


Seguici anche su: