20
apr

Roberto Gatti
in: News

Partirà il 19 maggio la XXII edizione del Festival della Malvasia di Sala Baganza. Il Premio Cosèta d’or verrà assegnato alla migliore Malvasia dell’anno

Partirà venerdì 19 maggio, con un’anteprima serale, e proseguirà per le due giornate successive, sabato 20 e domenica 21 maggio, la XXII edizione del Festival della Malvasia a Sala Baganza.

 

160029373-7b6ed20e-987e-435b-91e6-c9ce1839373a

Il Festival della Malvasia si inserisce nel circuito dei Castelli del Ducato, della Strada dei Vini e dei Sapori, dei Parchi del Ducato. Una novità di quest’anno, che dà maggior lustro all’iniziativa, è l’avvio della collaborazione attivata con il Comune di Parma che ha riconosciuto il valore della manifestazione come occasione importante per la promozione di un prodotto tipico della Food Valley.

L’evento rientra inoltre nel circuito turistico e promozionale della tappa Mille Miglia di Parma.

“Siamo molto soddisfatti della sinergia che si è creata tra Comuni – ha esordito l’assessore alle Attività produttive, Commercio e Turismo Cristiano Casa – finalizzata a promuovere una manifestazione e soprattutto un prodotto di eccellenza del nostro territorio, che è importante promuovere. Il nostro club di prodotto “Parma nel Cuore del Gusto” vede tra i suoi protagonisti anche la Malvasia: un ulteriore modo per rendere consapevoli i consumatori e i turisti della qualità di questo prodotto”.

“Questa manifestazione rappresenta ormai una tradizione sentita per il nostro Comune – ha detto il sindaco di Sala Baganza Aldo Spina – Il connubio di quest’anno con Parma è per noi un grande orgoglio e rappresenta la volontà comune di aprirsi al territorio per promuoverlo, insieme ai suoi prodotti, farlo conoscere all’estero e farlo apprezzare dai turisti”.

“Si tratta di una occasione preziosa – ha sottolineato Maurizio Dodi, presidente del Consorzio dei vini dei colli di Parma – per mettere insieme, una volta all’anno, tutti i produttori del territorio per confrontarsi e soprattutto aprirsi agli altri consorzi. Lavorare insieme, unendo le peculiarità e spingendosi verso le altre province, è il modo vincente per promuovere i nostri prodotti e farli conoscere all’estero”.

image_thumbnail

Aldo Stocchi, presidente della Pro Loco di Sala Baganza ha aggiunto: “Non è solo la Pro Loco a supportare questa manifestazione divenuta ormai tradizionale, ma anche tante altre associazioni di volontariato che vi partecipano attivamente”.

A spiegare nel dettaglio il programma del Festival è intervenuta Cristina Merusi, assessore al Turismo di Sala Baganza.

Sabato 20 maggio, nel “Villaggio delle Mille Miglia”, allestito in piazza Garibaldi a Parma, il Festival sarà presente con uno stand Info Point, a cura del Consorzio dei Vini dei Colli di Parma.

download

Sarà un weekend all’insegna del gusto con stand di prodotti tipici abbinati ai vini dei Colli di Parma e alle Malvasie del territorio e d’Italia, mercati enogastronomici, spettacoli, laboratori tematici per i bimbi, tour in mountain bike, cooking show. E altro ancora.

Tante le novità: “Scopri il borgo”, con mappa alla mano un percorso a sorpresa con premi finali; la giuria popolare: torna la Cosèta di legno, anche i visitatori potranno votare la loro Malvasia preferita; la cena inaugurale in un’inedita location, il nuovo ristorante Les Caves, aperto nelle antiche cantine della Rocca Sanvitale.

Il Festival nasce dal Premio Cosèta d’or, assegnato alla migliore Malvasia dell’anno, con l’obiettivo di promuovere un prodotto del territorio allora poco conosciuto, ma tipico dei Colli di Parma. Un’idea che negli anni si è rilevata in linea con un trend in crescita: secca, amabile, dolce, degustata fredda e abbinata ai prodotti tipici del territorio, dal prosciutto al parmigiano, dai tortelli di erbetta alle torte tradizionali, la Malvasia è un vino che sempre di più si sta affermando sul mercato delle bollicine.

Unico Festival in Italia dedicato alla Malvasia come prodotto tipico, la manifestazione, da tradizione, ricorre sempre nel terzo fine settimana di maggio. Protagonista indiscussa è la Malvasia di Candia aromatica, ogni anno regina di un atteso weekend dedicato alle eccellenze enogastronomiche del territorio nel Giardino farnesiano della Rocca medioevale.

Il Festival verrà inaugurato venerdì 19 maggio con la cena tematica dedicata a Maria Luigia d’Austria nel nuovo ristorante Les Caves, ricavato nelle suggestive cantine della Rocca Sanvitale, e proseguirà sabato 20 e 21 maggio con iniziative per tutto il giorno.

Il weekend della Malvasia proporrà il meglio della produzione locale e nazionale: artigiani vitivinicoli, norcini, pasticceri, casari daranno vita ad una vera e propria “cittadella del gusto”. Il ricco programma prevede visite guidate, degustazioni, show cooking, brindisi, attività per bambini, concerti. Il Giardino farnesiano, la Rocca Sanvitale, le vie del borgo, i Boschi di Carrega, le cantine e i colli, saranno le location della manifestazione.

All’interno della storica Rocca Sanvitale, convegni, mostre e incontri di approfondimento guidati da esperti, mentre il Museo del Vino permetterà di ripercorrere la storia del vino nel parmense.

Il centro storico si animerà di eventi e spettacoli e le vie del borgo si trasformeranno, come da tradizione, in un tour di degustazioni con la cena itinerante del sabato sera la MagnaRocca, che accompagna i partecipanti con il bicchiere al collo in un viaggio alla scoperta dei vini delle cantine dei Colli di Parma abbinati ai piatti tipici della Food Valley.

Il Giardino farnesiano sarà il cuore della manifestazione con il Mercato del Gusto, stand e attività, dai cooking show ai laboratori per adulti e bambini, per un weekend nel verde da vivere con gli amici ed in famiglia.

Immancabili, il tour della Malvasia in mountain bike ed il trenino Enotour per un piacevole itinerario nei Boschi di Carrega.

Come da tradizione, domenica 21 maggio si terrà la consegna del Premio “Cosèta d’or”, l’antica ciotola che un tempo si usava nelle osterie per bere il vino, alla migliore Malvasia dell’anno. Durante il Festival sarà possibile visitare gratuitamente il Museo del Vino e la Rocca Sanvitale. Verrà aperta per l’occasione la Sala dell’Apoteosi, il capolavoro settecentesco del fiorentino Sebastiano Galeotti, con possibilità di visita guidata.

Il Festival si terrà anche in caso di maltempo.

 logo-festival-malvasia

Festival della Malvasia, un circuito turistico in crescita

Un evento sempre in crescita, per numero di visitatori, di partner e sostenitori, di iniziative messe in campo. Con un format che si è consolidato come attrattivo per i visitatori. La tipicità al centro del Festival, per renderlo unico nel suo genere.

Non una generica festa del vino, ma una vera occasione culturale enogastronomica per conoscere un prodotto legato ad un territorio (le colline del parmense con i loro vitigni e cantine) con un’apertura alle produzioni di altre regioni d’Italia, nell’idea del festival di essere crocevia dei sapori locali e nazionali, sempre di più occasione di incontro e confronto di culture e tradizioni enogastromomiche del nostro Bel Paese.

Nel programma di riqualificazione dell’area storica della Rocca Sanvitale, di recente si sono inserite alcune attività ricettive private, come il ristorante Les Caves, ricavato nelle antiche cantine della Rocca, e l’hotel La Cortaccia, sempre all’interno del complesso del castello salese. Iniziative private, collocate in un contesto storico pubblico, che hanno ampliato il panorama dell’offerta di accoglienza turistica e che vanno ad aggiungersi alla sala degustazione al piano terra della Rocca, di fronte al Museo del Vino, aperta nel 2016. Spazi inseriti in una cornice di grande suggestione per i visitatori, che saranno utilizzati, in occasione del Festival, per iniziative attrattive e di richiamo (show cooking e laboratori).

Sabato 20 maggio, nel “Villaggio delle Mille Miglia”, allestito in piazza Garibaldi a Parma, il Festival sarà presente con uno stand Info Point, a cura del Consorzio dei Vini dei Colli di Parma.

 

Il Festival della Malvasia in sintesi

La XXII edizione del Festival della Malvasia si aprirà venerdì 19 maggio alle 18 con il taglio del nastro ed il concerto bandistico sui terzi della Rocca Sanvitale. La cena inaugurale, ispirata a Maria Luigia d’Austria, si terrà quest’anno nel nuovo ristorante Les Caves, un locale suggestivo ricavato nelle antiche cantine della Rocca Sanvitale e gestito dagli chef Maria Amalia Anedda e Jacopo Bracchi. Per prenotazioni tel 0521831062.

 

MagnaRocca, l’imperdibile cena itinerante con il bicchiere al collo

La “MagnaRocca” è la cena itinerante per le vie del paese per degustare i vini delle cantine abbinati ai prodotti tipici. Ha inizio sabato 20 maggio alle ore 19.00, con partenza da via Vittorio Emanuele, e prevede diverse tappe a buffet, passando per il centro storico, lungo i bastioni della Rocca per concludersi nel Giardino farnesiano con il concerto jazz. I partecipanti riceveranno il porta bicchiere da mettere al collo ed il bicchiere per la degustazione dei vini. Il menù delle tappe prevede: Parmigiano Reggiano di 24 e 36 mesi e aceto balsamico, con Malvasia Brut e Sauvignon dei Colli di Parma; Torta fritta e Prosciutto di Parma con Malvasia e Rosso dei Colli di Parma; Tortelli d’erbetta con Malvasia e Lambrusco dei Colli di Parma; Pasta di salame alla Salese e verdure alla piastra con Rosso fermo e frizzante dei Colli di Parma; Le torte della nonna con Malvasia dolce dei Colli di Parma. Conservando il biglietto, fino al 30 giugno 2017, si potrà usufruire dello sconto del 10% nei ristoranti di Sala “Amici della Malvasia”. Si consiglia la prenotazione 0521.331342 iatsala@comune.sala-baganza.pr.it.

 

La “Cittadella del Gusto”, tra stand di Malvasia e prodotti da tutta Italia

Degustazioni dei vini e di prodotti tipici. Nel week end, il Giardino della Rocca Sanvitale si trasformerà in una vera e propria “Cittadella del gusto” con stand: delle Malvasie dei Colli e di altre regioni italiane; dei Consorzi partner: Parmigiano-Reggiano, Prosciutto, Fungo Porcino, Aceto Balsamico; di prodotti tipici da tutta Italia, con la partecipazione anche del Mercato delle Cinque Terre e del Festival del Monterosso di Castel Arquato. Nella Cittadella del Gusto i partecipanti potranno pranzare e cenare all’aperto. Sabato 20 maggio, è anche previsto il “Pic nic, a pranzo con il Master Comet”.

 

Cooking show, dalle “ricette top chef “ ai segreti dello “speed cooking”

Immancabile il cooking show della domenica che ogni anno vede protagonisti chef di alto livello. Per il 2017, ospite del Festival sarà Maria Amalia Anedda del ristorante Les Caves, nota al grande pubblico per essere arrivata finalista a 25 anni al talent show “Top Chef”. Sarà lei la regina dei fornelli nello Spazio Arena del Giardino per presentare al pubblico una ricetta speciale. Al termine del cooking show (a partecipazione gratuita) i partecipanti potranno ricevere un assaggio. Sempre nello Spazio Arena, si alterneranno nel pomeriggio gli speed cooking, ricette veloci a cura del Master Comet.

 

In tour nei Boschi di Carrega

Domenica 21 maggio, per gli amanti della bici, alle 8.00, in Piazza Gramsci iscrizioni al Giro della Malvasia in Mountain Bike, con partenza alle 9.00. Un’iniziativa in collaborazione con Uisp Parma. Torna anche quest’anno il trenino Enotour per un itinerario che porterà, sia sabato sia domenica, le famiglie in mezzo alla natura nei Boschi di Carrega, tanto amati e vissuti dalla duchessa Maria Luigia d’Austria.

 

Il Villaggio dei bambini, divertenti attività per i piccoli

Il Festival della Malvasia è stato pensato per essere un week end da vivere piacevolmente in famiglia. Il programma, ogni anno, prevede laboratori dedicati ai piccoli all’interno del Giardino della Rocca Sanvitale. Momenti da vivere all’aperto, immersi nel verde, con tante attività divertenti a cura dell’associazione Mammatrovalavoro (www.mammatrovaloro.com) e La Città dei Bimbi. Le attività sono gratuite e aperte a tutti, si svolgeranno nello spazio “Villaggio dei bambini” dalle 11 alle 18, sia sabato sia domenica. In programma anche il laboratorio “Il vino a fumetti” a cura del fumettista Oscar Salerni (laboratorio a prenotazione consigliata 0521331342, fino ad esaurimento posti).

 

Concerti e spettacoli

Serata jazz, sabato con le note di Honolulu Swing, e concerto con le musiche dei Profani (anni 60,70, 80) domenica ad accompagnare la chiusura del Festival e gli ultimi brindisi in Giardino. Il week end sarà animato anche da spettacoli e saggi musicali a cura di Danza Mania, dell’Accademia Centro Musicale Polivalente di Parma e dalle performance degli “Artisti in vetrina” nei negozi del centro storico. Sia sabato sia domenica, si terrà anche l’iniziativa “Alla scoperta del borgo”: con mappa alla mano i visitatori dovranno completare un percorso per ricevere poi ricchi premi finali.

 

Il Premio Cosèta d’Or ed il Premio Cosèta di legno della giuria popolare

Come ogni anno, la Giuria del Premio Cosèta d’or si riunirà in Rocca (chiunque potrà assistere ai lavori, anche solo per vedere come si giudicano i vini) per scegliere la migliore produzione di Malvasia dell’anno. Novità 2017, il ritorno gradito della Cosèta di legno, la possibilità per i visitatori di poter diventare anche loro giudici e premiare la malvasia preferita. Per diventare giudice popolare basterà presentarsi allo stand allestito domenica 21 maggio dalle 10 alle 17 in piazza Gramsci, degustare le malvasie in gara e votare quella che piace di più. La cantina che avrà il maggior numero di voti riceverà in serata il Premio Cosèta di legno durante le premiazioni della Cosèta d’or, premio a cura di una giuria di enologi esperti.

 

Mostre e visite guidate

Due le mostre che saranno inaugurate sabato 20 maggio in Rocca Sanvitale: “Le etichette del Vino dall’Italia e dal mondo”, con AICEV (Associazione Italiana Collezionisti Etichette Vino), e la mostra fotografica “A caccia di…fiori e piante” (concorso fotografico promosso dalla Pro Loco). Durante il Festival, sarà possibile visitare gratuitamente la Rocca Sanvitale, con i suoi splendidi affreschi, ed il Museo del Vino. Per l’occasione, al costo di 3 euro, sarà possibile anche vedere in via eccezionale la Sala dell’Apoteosi, il bellissimo capolavoro settecentesco del fiorentino Sebastiano Galeotti solitamente chiuso al pubblico (visita guidata su prenotazione – Orari: dalle 10.30 alle 12; e dalle 15-17.30. Costo 3,00 €).

 

 

 

( Fonte parmadaily.it )

Tags: , ,

Condividi o commenta Partirà il 19 maggio la XXII edizione del Festival della Malvasia di Sala Baganza. Il Premio Cosèta d’or verrà assegnato alla migliore Malvasia dell’anno

Lascia un commento


Seguici anche su: