09
mag

Roberto Gatti
in: News

Sesta classe di Enologia, diploma 1994: ecco il buon vino che dà un taglio alla sete (di acqua)

A presentarsi ci pensano loro:

Siamo un gruppo di amici provenienti dalla sesta classe di Enologia diplomati nel 1994 all’I.T.A.S. di Cividale del Friuli (Udine): da qui il nostro nome “FUORI DI SESTA”.

 

 

Ogni anno, il nostro impegno e quello di produrre un vino diverso da proporre a tutti coloro che, oltre ad amare il buon vino, voglio unirsi a noi nel sostenere un progetto importante: la costruzione di pozzi d’acqua in Kenya. Le nostre iniziative nascono dalla volontà di aiutare il Missionario Friulano Fratel Dario Laurencig nella ricerca dell’acqua per la vita delle popolazioni locali. Siamo orgogliosi di sottolineare come ogni euro ricavato dalla distribuzione del vino sia destinato interamente alla Missione di Fratel Dario, questo grazie al sostegno di tanti amici che, oltre a donare il loro tempo, ci forniscono le bottiglie, le etichette, le scatole, i tappi e tutto quanto serve a poter confezionare un ottimo prodotto.

Ieri e oggi, domenica 8 maggio, nella cantina “I Comelli” in via Valle a Nimis si festeggerà la decima edizione di “Diamo un taglio alla sete”. La partecipazione alla festa dell’imbottigliamento è libera (per motivi organizzativi è preferibile prendere contatto tramite il sito www.diamountaglioallasete.org).

 

Quando tutto è cominciato, nel 2006, con un viaggio in Kenya nella missione di fratel Dario Laurencig (originario delle Valli del Natisone) della cugiina Anna, forse nessuno si sarebbe aspettato che un progetto nato quasi per caso potesse andare così lontano. Invece, grazie alla tenacia del gruppo di enologi ex compagni di scuola – e al sostegno di moltissime persone che hanno creduto e credono in questa lunga catena di solidarietà – si festeggia la decima edizione.

Nata nel 2007, l’iniziativa richiama ormai ogni anno centinaia di persone (nel 2015 si è superata quota mille presenze) per la grande “Festa dell’imbottigliamento” di un vino speciale, il “Vitae” (declinato dal 2013 nelle due versioni “bianco” e “rosso”), frutto di un assemblaggio che non è disponibile in commercio, ma viene distribuito in cambio di un’offerta. Il vino è il risultato di una grande gara di generosità: gli enologi di Fuori di Sesta offrono la materia prima (ma nell’arco degli anni altri vignaioli si sono aggiunti al gruppo iniziale), i loro fornitori mettono a disposizione gratuitamente tutto il resto: bottiglie, tappi, etichette, imballaggi…

 

In dieci anni sono stati raccolti quasi 300mila euro e sono state prodotte 20mila bottiglie e 2.500 magnum. Anche per l’edizione 2016 il ricavato sarà devoluto a fratel Dario (foto qui sotto) per le sue opere di solidarietà nell’arida regione del Turkana (Kenya) e in altri paesi africani (Uganda, Sud Sudan), dove in 40 anni di vita missionaria ha costruito oltre 400 pozzi di acqua potabile e sviluppato progetti di solidarietà nel settore della sanità e dell’educazione scolastica.

 

Per festeggiare il decimo anniversario verrà presentata l’Associazione di volontariato “Diamo un taglio alla sete FVG”, nata proprio per consolidare le iniziative a favore dei poveri nel sud del mondo.

Ogni 10 euro di donazione in regalo c’è una bottiglia da 0,75 litri, ogni 25 euro una magnum da 1,5.

 

La solidarietà è deducibile: le liberalità in denaro erogate da persona fisica o da enti soggetti all’imposta su reddito delle società (IRES) sono deducibili dal reddito complessivo del soggetto erogante nel limite del 10% del reddito dichiarato e, comunque, nella misura massima di 70mila euro annui, ai sensi dell’art.14 della L. 14.5.2005 n.80. È necessario effettuare un bonifico o un vaglia o bollettino postale a Missionari Comboniani Mondo Aperto- ONLUS Vicolo Pozzo,1 -31129 Verona – Causale “Opere Fratel Dario- Diamo un taglio alla sete” — C/C Postale 28394377 — Banca Popolare Etica- Piazzetta Forzatè n°2-3- 35137 Padova cod. IBAN: IT 68 V 05018 12101 000000512250 BIC/SWIFT : CCRTIT2T84A.

 

 

 

 

( Fonte IlSole24Ore )

 

Tags: , ,

Condividi o commenta Sesta classe di Enologia, diploma 1994: ecco il buon vino che dà un taglio alla sete (di acqua)

Commenti (1)

Lascia un commento


Seguici anche su: