10
gen

Roberto Gatti
in: News

Vini calabresi, un anno sulla scena

I vini di Calabria sono poco conosciuti al di fuori della regione, forse per qualche responsabilità degli addetti ai lavori ( produttori ed opinion leader ), ma posso attestare che oggi, ma non da oggi, in Calabria troviamo vini ed olio  extra vergine di oliva eccellenti. E’ di pochi giorni fa la mia ultima recensione, in ordine di tempo, di una azienda calabra, che da oltre 30 anni lavora in biologico ed è al vertice della qualità regionale

( link : http://www.winetaste.it/roberto-ceraudo-il-pioniere-del-biologico/ )

 

Scriverò ancora nelle prossime settimane di aziende calabresi, intanto Vi riporto alcuni premi vinti nel corso dell’ultimo anno da aziende della regione

Buona lettura

Roberto Gatti

img_vigneto_3

( magnifici grappoli di Magliocco )

” Di seguito la rubrica “ConVersando” comparsa sul numero di Riviera del 31 dicembre 2017

 

E mentre lacrime leggere, calmanti e mormorati di profumo prolungano un girotondo di stretti archetti nel mio solito tulipano piccolo, il conto alla rovescia si fa strada ed è arrivato il momento di riprendere in mano il mio blocchetto di appunti enoici. Eccomi, quindi, a condividere con voi una lista (non una classifica) che non seguirà un ordine se non quello temporale, delle premiazioni che sono state trattate dalla rubrica “ConVersando” durante il 2017.

Le eccellenze enologiche calabresi hanno conquistato 7 Medaglie alla Selezione del Sindaco: 4 medaglie d’oro conferite al Duca San Felice Cirò della Librandi, al Mantonico passito dell’Azienda Maria Maisano di Bianco, al Don Rosario Terre di Cosenza DOP della Masseria Falvo 1727 e Donna Filomena Terre di Cosenza DOP della stessa azienda; tre medaglie d’argento alla Guarnaccia della Masseria Falvo, al Doc Cirò della Cantina Brigante & Vigneti e a Siccagno dell’Azienda Agricola Baccellieri di Bianco. Si sono, inoltre, contraddistinte all’XI edizione del Salone-Concorso del Vino Novello del Meridione: miglior novello del Sud Cantina Statti, secondo posto ex-aequo il novello della Casa Vinicola Criserà (RC) e Cantine Spadafora di Mangone (CS).

 

calabria

Il vigneto “Calabria” ha riportato anche un esito positivo nella premiazione delle migliori etichette italiane selezionate col massimo punteggio da “Vitae – La Guida Vini 2018” dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS) con sei etichette: Cirò Rosso Classico Superiore 2014 A’ Vita di Francesco De Franco di Cirò Marina, Mantonico 2015 di Mariolina Baccellieri di Bianco, Magno Megonio 2015 della Cantina Librandi di Cirò Marina, Greco di Bianco 2013 della cantina Lucà di Bianco, Cirò Rosso Classico Superiore Federico Scala Riserva 2014 della cantina Santa Venere di Cirò e Telesio 2014 della cantina Spadafora 1915 di Mangone; al rosso Federico Scala Riserva 2014, oltre all’eccellenza delle Quattro Viti, il premio speciale Tastevin).

Importante riconoscimento per la Locride al XII Salone dei Vini e degli Oli meridionali andato in scena nel Castello Normanno Svevo Sannicandro di Bari, dove il Centocamere Spumante Metodo Classico 2015, ottenuto da vitigno Mantonico prodotto dall’azienda agricola Barone G. R. Macrì, si è aggiudicato il primo posto nella categoria spumanti bianchi.

Un vino calabrese ha invaso anche l’olimpo della critica americana rientrando tra i “TOP 100” di Wine Spectator ,il GB 2014 Calabria IGT della cantina Odoardi di Nocera Terinese e quest’ultima cantina assieme all’azienda Vincenzo Ippolito di Cirò Marina sono state selezionate per mostrarsi all’ “OperaWine , Finest Italian Wines: 100 Great Producers”, l’appuntamento che apre ufficialmente ogni anno a Verona il Vinitaly.

Insomma, tirando le somme, un anno ricco di soddisfazioni per i grandi tesori enoici calabresi! “

 

 

( Fonte larivieraonline )

Tags: , , ,

Condividi o commenta Vini calabresi, un anno sulla scena

Lascia un commento


Seguici anche su: