Home DEGUSTAZIONI VINO La degustazione di alcune Grandi Medaglie d’Oro al Concorso Vinitaly 2014

La degustazione di alcune Grandi Medaglie d’Oro al Concorso Vinitaly 2014

 

Da 21 anni , pochi giorni prima dell’apertura del salone dei vini denominato Vinitaly di Verona, viene organizzato e svolto un importante concorso enologico internazionale, che vede la partecipazione di oltre 3.000 vini in concorso, con la supervisione istituzionale dell’ Oiv e della consulenza tecnico/pratica dell’ Assoenologi !

 

 

Quale migliore occasione, per un frequentatore “ dal di dentro “ come chi Vi scrive, per degustare i vini che si sono aggiudicati una Grande Medaglia d’ Oro, che viene assegnata solamente a quei vini che raggiungono medie altissime in commissione, dell’ordine generalmente dai 95 ai 100/100 !

Sono cosi’ passato da uno stand all’altro per degustarne qualcuna, di seguito le mie impressioni di degustazione.

 

 

1 ) GRANDE MEDAGLIA D’ORO AZIENDA TERZONI CLAUDIO ( Piacenza )

COLLI PIACENTINI DOC MALVASIA PASSITO “SENSAZIONI D’INVERNO – LE VIRTU’ DEL POGGIO” 2011

SOCIETA’ AGRICOLA TERZONI CLAUDIO S.R.L. – VERNASCA (PC)

 

Vino Sensazioni d’ Inverno 2011-gr.13- Malvasia Aromatica di Candia-

Il giovane e bravo enologo Marco Terzoni, figlio del proprietario mi spiegava che per produrre questo vino , le uve vengono sottoposte a ben tre tipi di appassimento :

 

a ) uva a maturazione normale e posata su teli neri, per favorirne la maturazione, cosi’ da ottenere una reazione tipo quella di “ Maillard “ per la caramelizzazione degli zuccheri ;

 

b ) appassimento all’ombra per circa 60/90 giorni ;

 

c ) in cella frigo con congelamento e scongelamento

 

A cui fanno seguito ben 8 ore di pressatura soffice :

paglierino dorato ; naso di grande eleganza, tutto finezza e classe olfattiva ; in bocca, cosi’ come al naso non è mai stucchevole, semplicemente favoloso, armonico, equilibrato, di grande soddisfazione organolettica. I 180/200 gr./litro di zuccheri non si avvertono e non danno fastidio, il vino non è stucchevole alla beva e risulta alla pari dei migliori vini francesi ben piu’ blasonati ( leggasi Sauternes ) ! Eccellente !!

 

 

 

2 ) GRANDE MEDAGLIA D’ORO EMILIA WINE

COLLI DI SCANDIANO E DI CANOSSA DOC LAMBRUSCO ROSATO FRIZZANTE SECCO “ROSASPINO” 2012

ARCETO DI SCANDIANO (RE)

 

 

60% uve di lambrusco sorbara + 40% lambrusco salamino

Un lambrusco spumante metodo charmat, colore di un bel rosato invitante ; naso fragrante con sentori di piccoli frutti rossi, bocca gradevole, bella acidità di fondo, lungo ! Un prodotto dalla beva invitante che consiglio soprattutto nella stagione estiva, con preparazioni a base di pesce ! Ottimo

 

 

 

 

3 ) GRAN MEDAGLIA D’ORO SICILIA IGT ROSSO “DUCA DI MONTALBO” 2002 AZIENDA AGRICOLA G. MILAZZO-TERRE DELLA BARONIA – CAMPOBELLO DI LICATA (AG)

 

Questo vino ottenuto da uve di : Nero d’Avola, Nero Cappuccio, Inzolia rossa, viene messo in commercio dopo 10 anni dalla vendemmia, oggi è in uscita il millesimo 2004 :

si presenta nel bicchiere di un rosso granato in bella tonalità ; al naso è intenso con note di frutta matura ; in bocca ha un ingresso fresco, “ grande souplesse “, tannini finissimi, succoso di grande levatura, un fuoriclasse assoluto ! Eccellente !!

 

 

 

 

4 ) GRAN MEDAGLIA D’ORO TERRE DI CHIETI IGP PECORINO “CIVITAS” 2012 CANTINA ORSOGNA DI O.V.ORSOGNA S.C.A. – ORSOGNA (CH)

 

Questo vino mi ha stupito ancor prima di essere assaggiato, in quanto trovare un vino biodinamico vincitore di Grande Medaglia d’ Oro non è facile ( credo sia il primo caso in assoluto ), certificato “ Demeter “ con tutti i rigorosi controlli del caso :

paglierino di media intensità ; naso impeccabile, pulitissimo ed intenso di bella eleganza ; in bocca è godibile, armonico, elegante, con un bel frutto croccante e succoso, una buona acidità in sottofondo, lungo nel finale di bocca ! Eccellente !!

 

 

 

 

5 ) GRAN MEDAGLIA D’ORO GARDA DOC CHIARETTO CLASSICO “18 E QUARANTACINQUE” 2013

AZIENDA AGRICOLA CITARI S.S. DI GETTULI GIOVANNA – DESENZANO DEL GARDA (BS)

 

18 e 45 è riferito all’ora in cui venne firmato l’armistizio della battaglia di Solferino e San Martino :

cerasuolo chiaro ; al naso note intense, fruttate ed eleganti di piccoli frutti rossi ; in bocca è intenso, gradevole, fruttato, sapido e molto lungo nel finale ! Eccellente !!

 

 

Una piacevole ed interessante carrellata di vini premiati con Grandi Medaglie d’Oro al recente Vinitaly, capaci di raggiungere vette di eccellenza notevoli, segno inequivocabile che i vini italiani hanno raggiunto livelli altissimi, tra i migliori in campo internazionale !

Ben vengano oggi i vini biologici e biodinamici capaci di raggiungere simili performances !

Con i migliori complimenti a questi bravi produttori !

 

Roberto Gatti