Home News Lo scandalo falso di Châteauneuf-du-Pape colpisce una grande azienda di vini

Lo scandalo falso di Châteauneuf-du-Pape colpisce una grande azienda di vini

Una delle maggiori aziende vitivinicole della Francia si è trovata al centro di una tempesta sulla presunta falsa etichettatura di grosse quantità di vino da tavola a basso costo come da denominazioni rinomate del Rhône, tra cui Châteauneuf-du-Pape.

 

 

Guillaume Ryckwaert, amministratore delegato della società di vino bulgara Raphaël Michel, è stato rilasciato con una cauzione di un milione di euro a seguito delle accuse.

 

È stata avviata un’inchiesta sulla questione se, e in quale misura, la società avrebbe potuto consentire che i vini da tavola a basso costo provenienti dall’esterno del Rodano vengano etichettati come vini appellativi della regione.

 raphael-michel-630x417

Si pensa che il caso potrebbe includere fino a 30 milioni di litri di vino. Alcuni vini sono stati ritenuti erroneamente etichettati come Châteauneuf-du-Pape , così come Côtes du Rhône .

 

Nessun viticoltore del Rhône è stato implicato in qualsiasi delitto.

 

L’avvocato di Ryckwaert, Olivier Morice, è stato citato nel quotidiano francese Le Parisien dicendo che il suo cliente aveva molti “rivali gelosi”; Implica che alcuni di loro potrebbero voler ostacolare il successo di Ryckwaert a Raphaël Michel.

 chateauneuf-du-pape-1026-1-1

Ryckwaert è stato riferito di essere stato sospeso dal contatto con la società, in attesa dell’indagine. L’azienda è stata gestita da Alexandre Desroches su base temporanea, secondo i resoconti dei media francese.

 

I produttori di Rhône sono stati interessati dal caso e hanno aderito all’azione penale come parte civile.

 

“Siamo ora un partito civile e siamo stati informati dei primi elementi che confermano la gravità degli atti accusati contro Raphaël Michel”, ha affermato Philippe Pellaton, presidente del Syndicat des Côtes du Rhône .

chateauneuf1 

Lo scandalo è stato segnalato per la prima volta dalla V & S News francese e da allora è stato preso da altri media francesi.

 

Un’indagine preliminare è iniziata nell’autunno del 2016, dopo i sospetti circa l’origine di alcuni vini e le affermazioni di una frode su larga scala che riguardano più di 100.000 ettolitri di vino sul mercato francese, erroneamente etichettati come Vin de France, Côtes du Rhône e Châteauneuf- Du-Pape AOP.

 

I funzionari del Servizio Giudiziario Nazionale della Repubblica Francese sono stati segnalati di aver individuato discrepanze a Raphaël Michel.

 

Raphaël Michel è stata fondata nel 1899. Con sede a Piolenc, nel dipartimento Var, il suo portafoglio comprende aziende vinicole, cooperative e vigneti.

 

 

( Fonte Decanter )