Home Comunicati Stampa MONTECASSIANO (MC), ASSEGNATO IL PREMIO PRIMADONNA

MONTECASSIANO (MC), ASSEGNATO IL PREMIO PRIMADONNA

L’Assegnazione del Premio alla d.ssa Francesca Petrini, titolare dell’Azienda Agricola Fattoria Petrini-Monte San Vito (An)


 


 


Si è tenuta domenica 11 marzo alle ore 15 nella Sala Consiliare del Comune di Montecassiano (Mc) alla presenza di autorità locali, provinciali e regionali la 7a edizione di PRIMADONNA. Promosso dal Centro Italiano Femminile (C.I.F.). Il premio che quest’anno ha avuto il Patrocinio della Commissione Regionale Pari Opportunità tra Uomini e Donne, giunto alla 7a edizione è un premio al valore delle donne alla loro specificità di genere che viene trasferita nella famiglia, nel lavoro e nei tantissimi ambiti in cui operano ogni giorno.


 


E’ un Premio che “rende visibili” storie di donne che sono riuscite anche con fatica a “spendersi” sino in fondo e che evidenziano l’assoluta necessità che questa società prenda coscienza di un grande valore non sfruttato pienamente , di potenzialità eccezionali troppo spesso nascoste, di valori e passioni che devono essere integrati con quelli maschili in forma paritaria per costruire una società, diversa, migliore, più vicina alle persone, ad un’economia si globale ma che punti ad uno sviluppo sostenibile.


 


Tra le dieci candidate al premio, Francesca Petrini, titolare della nota azienda olivicola biologica Fattoria Petrini, si è aggiudicata il titolo di PRIMADONNA 2007 per essersi distinta nella produzione di un olio extravergine studiato per la prevenzione di patologie a carico del tessuto osseo come l’osteoporosi che colpisce più di 75 milioni di persone (soprattutto donne) in Europa,USA e Giappone. Nell’Unione Europea, ogni 30 secondi qualcuno ha una frattura causata dall’osteoporosi (fonte : Lega Italiana Osteoporosi-Lios,2005).


 


Il “Petrini Plus®”, l’olio così denominato, è arricchito con le vitamine D3,K1 e B6 che favoriscono l’assorbimento e la fissazione del calcio da parte dell’organismo.E’ venduto in farmacia e gode della protezione di un brevetto internazionale. La ricerca, condotta con l’Università di Bologna, ha avuto origine partendo dalla considerazione dei diversi aspetti della vita quotidiana e della dieta alimentare. Si è infatti riflettuto sul fatto che, mentre la scienza sottolinea sempre più la grande importanza che l’assunzione del calcio riveste per la salute umana, tutti gli studi più attendibili continuano a denunciare la preoccupante carenza che di tale minerale si riscontra in quasi tutti gli individui, anche a causa dell’inadeguatezza dei regimi alimentari delle società moderne. Sulla base di queste considerazioni, la Fattoria Petrini ha voluto mettere a punto un olio capace di abbinare alle sue elevate proprietà nutritive ed organolettiche, la capacità di proporsi anche come un efficace veicolo per il calcio.



 


 


( Fonte fattoria Petrini )