Home News Parte dai giovani il rilancio del Boca doc: “Il vino della nostra...

Parte dai giovani il rilancio del Boca doc: “Il vino della nostra terra è unico”

Anche due viticoltori ventenni alla mostra della Pro Loco

 

 

 

 

Alessio Terrini (a destra) e Cristian Minazzoli sono i più giovani produttori del vino Boca doc

 

 

 

I giovanissimi viticoltori rilanciano il Boca doc. Alessio Terrini, 20 anni, e Cristian Minazzoli, 21, sono i più giovani produttori del vino che prende il nome dal paese, un vino che da ieri si può degustare alle cantine della Pro Loco grazie alla mostra che gli è stata dedicata. Nelle loro parole c’è entusiasmo e conoscenza: «Abbiamo scelto di produrre il Boca – dicono Alessio e Cristian – perché questa è la nostra terra e produce un vino dalle caratteristiche uniche, che lo stanno rendendo apprezzato ovunque».

 

Renato Casaroli è il presidente della Pro Loco, che organizza la rassegna dedicata al Boca: «Qui abbiamo riunito tutti i produttori. Sono quattordici, oltre a quattro che producono vini delle colline novaresi; in mostra ci sono 29 etichette e quest’anno, per la prima volta, presentiamo anche due nuovi vini. Inoltre i produttori stanno facendo squadra, espongono insieme e in questo modo valorizzano ancora di più il prodotto».

 

40 mila bottiglie all’anno

Il Boca è un vino di nicchia, vista anche la produzione limitata: «Se ne coltivano poco più di quindici ettari – precisa Casaroli -, in tutto circa 40 mila bottiglie l’anno, forse meno. Però questo vino così particolare si sta affermando sempre di più».

 

«Successo a Barolo»

Tra i produttori presenti c’è l’azienda «Le Piane»: «Stiamo notando con grande soddisfazione – dice Giampiero Renolfi, direttore vendite della ditta – che il Boca viene apprezzato in modo particolare nelle città del vino, quelle a più antica tradizione. Ha avuto grande successo a Barolo, così come nella valle del Chianti».

Ad inaugurare la rassegna è stato il sindaco Pierangelo Puricelli: «Il Boca doc è un patrimonio del nostro paese e con grande soddisfazione notiamo che ogni anno la produzione aumenta. Questo comporta anche occupazione per la nostra zona».

 

Rassegna e incontri

La rassegna vinicola nei locali di viale Partigiani 9 sarà aperta fino al 12 giugno; la domenica e i festivi dalle 9 alle 20, il sabato dalle 15 alle 20. Ogni sabato alle 20 si cucina con le specialità del territorio accompagnate dal vino di Boca. Venerdì 27 maggio alle 21 Clio Pescetti parlerà del «Club per l’Unesco terre del Boca». Mercoledì 1 giugno Enzo Scodes tratterà il tema «Impariamo ad abbinare i cibi al vino». Il 2 e il 12 giugno passeggiate fra le vigne con merenda.

 

 

( Fonte La Stampa )