Home News SALUTE, AMBIENTE E LEGALITA’, LA CALABRIA HA UN VOLTO NUOVO

SALUTE, AMBIENTE E LEGALITA’, LA CALABRIA HA UN VOLTO NUOVO

Si chiama “Salute, ambiente e legalità!”, un’iniziativa promossa da Aiab Calabria e dalla Cooperativa sociale Valle del Marro – Libera Terra


 


 


 


Si è tenuto presso la sede dell AIAB Calabria a SantOnofrio (VV) venerdì 9 marzo il primo incontro regionale delle esperienze produttive agroalimentari calabresi ispirate a requisiti di ecosostenibilità e di legalità, una iniziativa dal titolo “Salute, ambiente e legalità!” promossa dallAssociazione Italiana per lAgricoltura Biologica della Calabria e la Cooperativa sociale Valle del Marro – Libera Terra. Lincontro è stato organizzato nellambito delle iniziative del programma I cento passi della memoria e dellimpegno dellAssociazione Libera, in preparazione della 12° esima Giornata della Memoria e dellImpegno in ricordo delle vittime delle mafia (del 21 marzo a Polistena).


 


Allincontro hanno partecipato, apportando diversi contributi, Antonio Posterino della Comunità Emmanuel di Reggio Calabria, il Consorzio Terre del Sole di Melito Porto Salvo, Pier Macrì della Cooperativa Gaia di Catanzaro, Treresa Pirritano del Consorzio GOEL di Gioiosa Ionica, Salvatore Crimeni della Cooperativa Pinocchio di Ardore. Hanno inoltre aderito lAz. Terzeria di Cassano Ionio, la Cooperativa Il Borgo ed il Cielo di Riace ed il Consorzio Promidea di Catanzaro. Sono inoltre intervenuti Don Pino Fiorillo (responsabile Associazione Libera di VIbo Valentia), Paolo Barbieri (Vice Presidente delle Provincia di Vibo Valentia), Maurizio Agostino (Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale), Onofrio Casuscelli (Coldiretti Vibo Valentia) e Nuccio Iovine (Senatore).


 


In Calabria sono ormai diverse le realtà produttive agricole che hanno intrapreso percorsi caratterizzati dalla promozione della legalità, a partire dalle cooperative nate per la coltivazione dei terreni confiscati alla Ndrangheta. Gli obiettivi di legalità si integrano sempre a comportamenti produttivi rispettosi della salute, dellambiente e del paesaggio, con lapplicazione spesso dei metodi dellagricoltura biologica. Lincontro Salute, ambiente e legalità! ha quindi avuto la funzione di promuovere la reciproca conoscenza delle realtà del settore agroalimentare impegnate in percorsi di promozione della sostenibilità e della legalità dei processi produttivi, al fine di favorire utili forme di interazione e cooperazione.


 


E per questo che liniziativa ha coinvolto oltre alle realtà produttive anche enti ed organizzazioni di rappresentanza (come AIAB Calabria) e che operano nel settore dei servizi specializzati (formazione, assistenza, certificazioni). Abbiamo centrato lobiettivo di avviare la costruzione di una rete di cooperative, associazioni ed enti che operano nellagroalimentare e nei servizi ad esso collegati in Calabria, finalizzata alla promozione della tutela dellambiente e della legalità. Bisogna operare perché lagricoltura in Calabria si qualifichi nei confronti dellopinione pubblica e dei mercati in base a requisiti di rispetto ambientale e di responsabilità sociale (Salvino Moro, Presidente di AIAB Calabria).


 


Siamo soddisfatti perché lincontro è stato utile occasione per far emergere il profilo delle esperienze imprenditoriali dal forte contenuto valoriale. Come il progetto Libera Terra che realizza agricoltura biologica di qualità su terreni confiscati alle mafie. Tale progetto, portato avanti nella Piana di Gioia Tauro dalla cooperativa sociale Valle del Marro Libera Terra, vuole contribuire a diffondere una cultura fondata sulla legalità e sul senso civico dimostrando che, anche in quei luoghi dove la mafia ha spadroneggiato, è possibile ricostruire una realtà sociale ed economica fondata sul rispetto delle regole e sulla tutela dellambiente e della salute del consumatore. (Giacomo Zappia, Presidente della Valle del Marro Libera Terra).


 


Il resoconto completo delliniziativa è sul sito :  www.gaiacalabria.it


 


 


 


Aiab Calabria, marzo 2007