Home Curiosità Vino: Italia protagonista nelle classifiche Usa con 8 bottiglie, sorprendono Sicilia, Friuli...

Vino: Italia protagonista nelle classifiche Usa con 8 bottiglie, sorprendono Sicilia, Friuli e Alto Agige

Che sia bianco, rosso o rosato non importa, per il mercato a stelle e strisce ciò che conta è la qualità racchiusa nel marchio made in Italy.

 

Almeno secondo il sito Winenews.it che riferisce, come il mercato n. 1 al mondo per consumo complessivo, ha visto una crescita dell´import di vino italiano nella prima metà del 2013 dell´1,9% in volume (a 1,2 milioni di ettolitri) e del 5,6% in valore (a 632,2 milioni di dollari), sul 2012 (dati dell´Italian Wine and Food Institute).

 

Un segnale forte che sembra dare un input giusto al comparto vinicolo italiano e che fa capire quanto siano apprezzati i nostri vini. Un ulteriore spinta arriva dalla rivista «Wine and Spirits Magazine», una delle più apprezzate degli Stati Uniti (con sedi a New York e a San Francisco)(www.wineandspiritsmagazine.com/top100/) che ha inserito ben 8 vini italiani nella sua «Wine and Spirits´ Top 100», la raccolta dei migliori 100 vini di tutto il mondo, selezionati tra 12.450 vini degustati, tra cui 3.950 vini americani e 8.500 internazionali.

 

«Ci sono voluti ben 12 mesi e turni di degustazione anche di 100 vini al giorno – commenta il capo redattore Joshua Greene – ma siamo contenti del risultato ottenuto». Le 8 aziende italiane comprendono tutto lo Stivale, a riprova che il buon vino nel Belpaese non ha pochi territori d´eccellenza, ma è il «vigneto Italia» nel suo intero a sfornare ottimi prodotti.

 

E così, mentre non sorprende di trovare le toscane «Guado al Tasso», tenuta bolgherese di Piero Antinori, e la «Tenuta di Biserno» di Lodovico Antinori, come anche le piemontesi «Elvio Cogno» e «Produttori del Barbaresco», fa piacere vedere che anche altre Regioni sono prese seriamente in considerazione, come il Friuli Venezia Giulia che vanta in questa classifica 2 aziende: «Dario Princic» e «Mario Schiopetto»

 

Ad entrare nella lista per l´Italia ci sono anche la siciliana «Tenuta di Fessina» e l´altoatesina «J. Hofstatter». Tra i vini internazionali in classifica solo la Francia fa meglio piazzandone 16, mentre la Spagna pareggia il conto con l´Italia. Chiaramente il cuore patriottico dei critici del «Wine Spirits Magazine» ha fatto si che tra i migliori 100 comparissero ben 37 vini made in Usa. In fondo il mondo del vino è ormai abituato alle classifiche e questa «Wine and Spirits´ Top 100» passerà come una delle tante che sono state stilate, ma di sicuro c´è che nessuna può prescindere dai vini del Belpaese.

 

( Fonte TrapaniOk )

 

L’elenco completo dei Top 100 :

 

American

Adelsheim Willamette Valley

Bella Dry Creek Valley

Bergström Willamette Valley

Beringer Napa Valley

Calera Central Coast

Chateau Ste. Michelle Columbia Valley

Cristom Willamette Valley

Domaine Drouhin Dundee Hills

Drew Mendocino County

Dusted Valley Columbia Valley

Elk Cove Willamette Valley

Frog’s Leap Napa Valley

Gloria Ferrer Carneros

Gramercy Cellars Columbia Valley

Hermann J. Wiemer Finger Lakes

Hirsch Sonoma Coast

Iron Horse Green Valley

J. Christopher Willamette Valley

Keenan Spring Mountain Napa Valley

Kenwood Sonoma County

L’Ecole No 41 Walla Walla

Lioco Sonoma County

Mark Ryan Winery Columbia Valley

Nickel & Nickel Napa Valley

Qupé Central Coast

Ravenswood Sonoma County

Reynvaan Walla Walla

Ridge Santa Cruz Mountains & Sonoma

Robert Craig Napa Valley

Robert Mondavi Winery Napa Valley

Rochioli Russian River Valley

Shafer Napa Valley

Stags’ Leap Winery Napa Valley

Storybook Mountain Napa Valley

Truchard Carneros Napa Valley

von Strasser Diamond Mountain District

Williams Selyem Sonoma County

 

International

Alpha Estate Greece

Antinori Italy Bolgheri

Estate Argyros Greece Santorini

Domaine des Baumard France Loire Valley

Château de Beaucastel France Rhône

Bindi Australia Victoria

Tenuta di Biserno Italy Toscana

Domaine Bouchard Père & Fils France Burgundy

Boutari Greece

Chanson Père & Fils France Burgundy

Elvio Cogno Italy Piedmont

Concha y Toro Chile

Cune Spain Rioja

d’Arenberg Australia McLaren Vale

Delamotte France Champagne

De Morgenzon South Africa Stellenbosch

Dom Pèrignon France Champagne

Errazuriz Chile Aconcagua Valley

Felton Road New Zealand Central Otago

Tenuta di Fessina Italy Sicily

Quinta de Foz de Arouce Portugal Beiras

Giant Steps Australia Yarra Valley

Schloss Gobelsburg Austria Kamptal

E. Guigal France Rhône

J. Hofstätter IItaly Alto Adige

Kabaj Slovenia Goriska Brda

Kracher Austria Burgenland

Krug France Champagne

Lucien Le Moine France Burgundy

Dr. Loosen Germany Mosel

R. López de Heredía Spain Rioja

Louis Métaireau France Loire Valley

Niepoort Portugal Douro

Bodega Noemia Argentina Patagonia

Bodegas Osborne Spain Jerez

Quinta de Pellada Portugal Dão

Penfolds Austrailia South Australia

Hermanos Perez Pascuas Spain Ribera del Duero

Bodegas Pinord Spain Priorat

Dario Princic Italy Friuli

Produttori del Barbaresco Italy Piedmont

Bodegas Protos Spain Ribera del Duero

Joh. Jos. Prüm Germany Mosel

Rippon New Zealand Central Otago

Louis Roederer France Champagne

Pedro Romero Spain Jerez

Royal Tokaji Hungary Tokaji

Ruinart France Champagne

Saint Clair New Zealand Marlborough

Salomon-Undhof Austria Kremstal

Mario Schiopetto Italy Friuli

Szepsy Hungary Tokaji

Tahbilk Australia Nagambie Lakes

Undurraga Chile

A.R. Valdespino Spain Jerez

Domaine du Vieux Télégraphe France Rhône

Les Vins de Vienne France Rhône

C. von Schubert Germany Mosel

Vouette & Sorbée France Champagne

Domaine de la Vougeraie France Burgundy

Domaine Wachau Austria Wachau

Robert Weil Germany Rheingau

Zorzal Argentina Mendoza