Home News Ribera del Duero: la Dop inserisce i vini bianchi

Ribera del Duero: la Dop inserisce i vini bianchi

La Gazzetta Ufficiale Ue ha pubblicato una modifica ordinaria al disciplinare di produzione dei vini DOP Ribera del Duero.

La novità sta nel fatto che la DOP Ribera del Duero, riservata a vini rossi, ora introduce anche i vini bianchi.

“L’esperienza nella produzione di vini bianchi nella zona, acquisita in particolare negli ultimi 20 anni e basata fondamentalmente sulla varietà autoctona «Albillo Mayor», ha raggiunto secondo il Consejo Regulador (Consiglio di regolamentazione) la maturità sufficiente per rendere tali produzioni un prodotto tutelato dalla DOP «Ribera del Duero»” si legge nella comunicazione pubblicata in Gazzetta Ue.

 

Attualmente, esistono almeno 25 aziende vinicole che già commercializzano questo tipo di vini bianchi basati sulla varietà Albillo Mayor, generalmente sotto il marchio dell’IGP «Vino de la Tierra de Castilla y León», e con un successo degno di nota (cinque vini di Albillo Mayor figurano nella lista della prestigiosa pubblicazione «The Wine Advocate» con un punteggio superiore a 91 punti).

Per quanto riguarda il termine «clarete» per definire i vini rosati, la sua inclusione è stata decisa in seguito alle richieste degli operatori, che mirano a conservare l’utilizzo di un vocabolo tradizionale per definire il vino secondo la sua colorazione. Non implica nessuna modifica delle condizioni o dei metodi di produzione.

Qui il testo integrale del provvedimento.