Home News I magnifici 10: Legambiente premia i migliori vini biologici d’Italia

I magnifici 10: Legambiente premia i migliori vini biologici d’Italia

 

Il vino biologico tira: sono oltre 5.000 viticoltori impegnati su 25.000 ettari


Ecco i risultati della XVI Rassegna Nazionale dei vini biologici organizzata da Legambiente ed enoteca italiana. La premiazione in una serata evento il 6 agosto a Festambiente, Festival Internazionale di Legambiente. Interverranno Maurizio Costanzo, Ermete Realacci, Francesco Rutelli. Il Nord Italia insieme alla toscana protagonisti indiscussi
con il maggior numero di vini premiati nelle varie categorie.


 


Rispescia 26/07/06: I migliori vini biologici dâItalia? A premiarli ci pensa Legambiente, che presenta i vincitori della XVI Rassegna – Degustazione Nazionale di Vini Biologici, un appuntamento tradizionale per lâassociazione ambientalista, che ha visto questâanno la partecipazione di produttori da tutte le regioni dâItalia con oltre 100 vini tra bianchi, rossi e da dessert. Un appuntamento organizzato in collaborazione con il Ministero Delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, La Nuova Ecologia, Tuttobio e lâEnoteca Italiana di Siena e che ha visto al lavoro una giuria di esperti presieduta dal professor Giancarlo Scalabrelli, docente di viticoltura all’Università di Pisa, che ha premiato i migliori vini, accompagnati da una ricca degustazione di prodotti tipici toscani.  I vini partecipanti provenienti da tutta Italia sono stati 162 , 40 quelli stranieri in rappresentanza di Argentina, Austria, Francia, Germania, Grecia, Spagna, tutti rigorosamente biologici. Un settore, quello del vino biologico, che rappresenta orami una delle punta di diamante dellâagroalimentare italiano con circa 5.000 viticoltori(di cui il 15% si trova in Sicilia) impegnati su oltre 25.000 ettari.


La giuria ha riscontrato un elevato livello dei campioni in esame a riprova della crescita qualitativa del vino biologico in questi ultimi anni, confermata anche dalla presenza di DOCG, DOC e IGT (quasi il 100% dei vini presentati) provenienti da tutto il panorama enologico italiano, dal Trentino Alto Adige alla Sicilia. Rispetto allâedizione 2005 notevole lâincremento delle aziende partecipanti, con più di un centinaio tra italiane e straniere. Le aziende vincitrice saranno premiate, il 6 agosto, in una serata evento dedicato al vino biologico, a Festambiente, il festival internazionale di Legambiente che si svolgerà dal 4 al 15 agosto a Rispescia, a pochi km da Grosseto. A premiare i vincitori saranno il giornalista Maurizio Costanzo, il presidente Commissione Ambiente alla Camera, Ermete Realacci ed il vicepresidente del Consiglio, Francesco Rutelli.


Tornando alla Rassegna, ecco i âmagnifici dieciâ? premiati da Legambiente. Per gli spumanti, con targa offerta dalla Sezione AIS di Grosseto, si è aggiudicato la vittoria il Prosecco di Valdobbiadene Superiore Cartizze DOC La Cantina Pizzolato – Villorba (TV) mentre tra i vini bianchi il primo premio è andato a Alto Adige Sauvignon Blanc DOC 2005 Tasnim dellâAz. Loacker Schwarhof â Bolzano. Per la categoria dei vini rossi giovani vince il rosso Morellino di Scansano DOC 2004 Colli dellâUccellina de La Selva di Karl Egger â Orbetello (GR) mentre tra i vini rossi invecchiati conquista il riconoscimento più ambito il Chianti Classico DOCG Riserva 1999 Vigna la Casina del Consorzio Trimillii, Az. Casina di Cornia â Castellina in C. (SI). Per la categoria vini da dessert, con targa offerta dalla Sezione AIS di Grosseto, primo classificato è il Moscato di Cagliari Doc 2003 di âMeloni Viniâ? Srl di Selargius (CA). Nella sezione vini autoctoni infine il 1° posto è andato a Barbera dâAlba Sup. DOC 2004 La Rosina del Consorzio Trimillii dellâAz. Agr. Erbaluna di S. Oberto â La Morra (CN).


E per il secondo anno, parallelamente al concorso nazionale, e con le stesse categorie in concorso, si è svolta la I SELEZIONE INTERNAZIONALE dei vini biologici. Tra i vini bianchi il primo premio va  Kerner Spatlese 2005 Dettelbacher Berg Rondell dellâAz. Christ Helmut â Nordheim am Main (Germania) mentre per i vini Rossi Giovani vince Tempranillo La Mancha DOC 2004 Mundo de Yuntero della Coop. Jesus del Perdon â Manzanares (Spagna). Per quanto riguarda i vini rossi Invecchiati la Commissione ha deciso di dare una menzione al Tempranillo 2003 Ego Primis dellâ Az. Dionisos Agricoltura Biologica

Website | + posts

Giudice degustatore ai Concorsi Enologici Mondiali più prestigiosi tra i quali:

» Il Concours Mondial de Bruxelles che ad oggi ha raggiunto un numero di campioni esaminati di circa n. 9.080, dove partecipo da 13 edizioni ( da 9 in qualità di Presidente );

>>Commissario al Berliner Wine Trophy di Berlino

>>Presidente di Giuria al Concorso Excellence Awards di Bucarest

>>Giudice accreditato al Shanghai International Wine Challenge

ed ai maggiori concorsi italiani.