Home Eventi Gelato alla mortadella, a Zola ce n’è per tutti i gusti

Gelato alla mortadella, a Zola ce n’è per tutti i gusti

Torna, da venerdì a domenica, la kermesse dedicata al salume rosa con degustazioni, performance teatrali e musicali, visite guidate agli stabilimenti dell’Alcisa e della Felsineo

 

 

Bologna, 17 settembre 2013 – La mortadella? Diventa anche un dessert. Il prossimo fine settimana, infatti, a Zola Predosa sara’ possibile gustare un gelato al gusto del celebre salume. E visto che ad un boccone di mortadelle ben si affianca un sorso di vino, c’e’ anche il gelato al Pignoletto. Sono alcune delle novita’ della settima edizione di “Mortadella, please”: il festival internazionale della mortadella torna a Zola, da venerdi’ a domenica, con l’obiettivo di superare le 25.000 presenze registrate l’anno scorso. In programma degustazioni, performance teatrali e musicali, un concorso fotografico, annulli filatelici, spettacoli e visite guidate agli stabilimenti dell’Alcisa e della Felsineo.

Mentre si parla di candidare l’area bolognese a polo di eccellenza del food nazionale, grazie alla mortadella Zola “sta portando certamente un contributo significativo ed importante”, sottolinea Giacomo Venturi, vicepresidente della Provincia di Bologna, oggi in conferenza stampa. Di certo sono “molto incoraggianti” i dati turistici sulla Valsamoggia, segnala l’assessore provinciale al Turismo, Graziano Prantoni: dalle circa 10.000 presenze del 2013 si e’ passati alle 19.900 dei primi sette mesi del 2013. La kermesse dedicata alla mortadella rappresenta ormai “un grande evento di carattere nazionale”, e’ soddisfatto il sindaco di Zola, Stefano Fiorini, convinto di poter ambire ad un nuovo record di visitatori. Di certo, intanto, aumentano gli espositori: saranno il 20% in piu’ della scorsa edizione e questo “e’ un dato sicuramente molto importante”, afferma Fabio Federici, presidente dell’associazione “Citta’, castelli e ciliegi”, che organizza la manifestazione insieme al Comune.

“Un’intera citta’ sognera’ per tre giorni grazie alla disponibilita’ di Felsineo ed Alcisa”, aggiunge l’assessore comunale al Turismo, Marco Landucci. Proprio le sorti dello stabilimento Alcisa, oggi di proprieta’ della Grandi salumifici italiani (Gsi), nel recente passato hanno fatto preoccupare parecchio Zola e non solo. Fiorini, non a caso, sottolinea “le fatiche fatte per mantenere lo stabilimento, perche’ la riteniamo un’eccellenza del nostro territorio che dobbiamo difendere”. Il desiderio e’ restare in quest’area”, conferma il manager Paolo Gattorna, sottolineando il filo rosso che lega la mortadella a Bologna e viceversa. “Ci sentiamo difensori della qualita’ della mortadella e vogliamo che venga conosciuta sempre di piu’ in Italia e nel mondo”, afferma Andrea Raimondi per la Felsineo.

Nel frattempo, nel capoluogo tra poche settimane il capoluogo emiliano ospitera’ “MortadellaBo”. Nessuna rivalita’, assicura Fiorini. “Come zolesi non possiamo che augurare un grande futuro ed un grande successo anche a questa manifestazione”, afferma il sindaco. “Se si aumenta la conoscenza della mortadella, si creano posti di lavoro e si migliora l’economia- continua Fiorini- non possiamo che rallegrarci”. Anzi, da qui in avanti “cercheremo di trovare ulteriori sinergie per far si’ che i due eventi siano ancora piu’ interessanti- conclude il primo cittadino- non sovrapponibili e vincenti”.

 Programma al link : http://www.mortadellaplease.it/2013/edizione-2013/programma.html

 

( Fonte www.ilrestodelcarlino.it )

Website | + posts

Giudice degustatore ai Concorsi Enologici Mondiali più prestigiosi tra i quali:

» Il Concours Mondial de Bruxelles che ad oggi ha raggiunto un numero di campioni esaminati di circa n. 9.080, dove partecipo da 13 edizioni ( da 9 in qualità di Presidente );

>>Commissario al Berliner Wine Trophy di Berlino

>>Presidente di Giuria al Concorso Excellence Awards di Bucarest

>>Giudice accreditato al Shanghai International Wine Challenge

ed ai maggiori concorsi italiani.