Home Guide La Guida Michelin assegnerà le stelle anche ai vini ?

La Guida Michelin assegnerà le stelle anche ai vini ?

Ormai è certo, il guru della critica internazionale dei vini, Robert Parker lascia la sua creatura The Wine Advocate, proprietà già di Michelin al 40%. Ora la domanda che gli addetti ai lavori ed appassionati si pongono è : assisteremo alla nascita di una guida stellata dedicata al vino?

 

 

Diamo a Cesare quello che è di Cesare, ovvero a Parker il merito di avere creato la figura del degustatore professionale e critico enologico, segnando il successo di molti vini internazionali. I punti cardini di questa nuova professione, che ancora oggi dovrebbe muovere chi scrive a vario titolo di vino, sono : a ) l’indipendenza dei degustatori nei confronti dei produttori di vino, dei commercianti e della stampa, adottando sempre la degustazione ” blinding ” o alla cieca ; b ) la valutazione dei vini in centesimi, stabilendo per ovvi motivi matematici e di logica che nessun vino dovrebbe mai superare i 100/100.

 

Avvocato americano, figlio di contadini, diventa famoso in tutto il mondo per i suoi commenti sull’annata vitivinicola dell’annata 1982 di Bordeaux, cambiando il corso del mercato di molti grandi vini del Medoc assaggiati in primeur e sempre ” alla cieca “. I giudizi espressi da Parker all’epoca erano piu’ concentrati sui vini del Rodano, in quanto andava alla ricerca della potenza e muscolosità dei vini, anzichè la finezza e l’eleganza dei vini di Borgogna.

 

 

 

 

Parker ha deciso di lasciare questo lungo percorso e la sua creatura, all’eta di 72 anni, e la Guida Michelin che già detiene il 40% del pacchetto societario di Wine Advocate, molto probabilmente acquisirà l’intera proprietà. Molto probabilmente verranno assegnate le stelle, come avviene da anni nel settore dei ristoranti, con la redazione di una guida cartacea ed applicazioni online.

 

 

Website | + posts

Giudice degustatore ai Concorsi Enologici Mondiali più prestigiosi tra i quali:

» Il Concours Mondial de Bruxelles che ad oggi ha raggiunto un numero di campioni esaminati di circa n. 9.080, dove partecipo da 13 edizioni ( da 9 in qualità di Presidente );

>>Commissario al Berliner Wine Trophy di Berlino

>>Presidente di Giuria al Concorso Excellence Awards di Bucarest

>>Giudice accreditato al Shanghai International Wine Challenge

ed ai maggiori concorsi italiani.