Home Comunicati Stampa Sindaco ha tutelato Pignoletto creando la località

Sindaco ha tutelato Pignoletto creando la località

Daniele Ruscigno, primo cittadino Valsamoggia, lo fece nel 2013

 

BOLOGNA – Nel 2013 quando l’allora comune di Monteveglio, nel Bolognese, creò la località ‘Pignoletto’, molti residenti della zona sorrisero per la iniziativa del giovanissimo sindaco Daniele Ruscigno. Oggi i produttori del più classico dei vitigni bolognesi, Doc, potrebbero dover ringraziare la preveggenza del primo cittadino: Pignoletto infatti è adesso un luogo fisico sulle colline. E ora che l’esecutivo Ue sostiene che è difficile tutelare un vino quando manca un riferimento geografico ma c’è il solo nome del vitigno, tutelare il Pignoletto sarà più facile.

 

“C’era il rischio concreto che il vino simbolo dei nostri colli venisse prodotto in paesi come Australia o Slovenia, dove venivano già segnalati impianti di Pignoletto. Me lo disse il presidente del consorzio dei produttori dei vini dei colli bolognesi, che ha sede nel nostro territorio. Mi dissero che ci stavano stanno portando via le denominazione e che serviva una località sulla mappa'”.

 

Il Comune aveva anche una relazione dell’università di Bologna che tracciava la culla del vitigno nell’area. Area che appunto venne perimetrata. I confini della località ‘Pignoletto’ furono individuati e vennero piantati i cartelli, spiega Ruscigno, nel frattempo diventato sindaco di Valsamoggia, il super comune nato dalla fusione di Monteveglio con altri quattro. “Fu una scelta condivisa coi cittadini anche se qualcuno era scettico. Ma io dissi loro che era un investimento sul loro futuro e sul loro lavoro”. Oggi che una delibera comunale delimita la zona di territorio compresa nel perimetro del parco regionale dell’Abbazia di Monteveglio, il paesaggio non è più solo caratterizzato da calanchi e boschi ma anche dal disegno delle vigne che nel frattempo sono state piantate sempre più, ed è pure nato il Consorzio del Pignoletto. “Quando ho letto delle polemiche con le Ue un po’ ho sorriso e mi sono detto, ‘avevamo visto giusto'”.

 

 

( Fonte Ansa )