Home Enologia tecnica Fertilizzare il vigneto per aumentare gli aromi del vino

Fertilizzare il vigneto per aumentare gli aromi del vino

 

 

IL VINO SI BEVE ” CON IL NASO “

La fertilizzazione può essere strategica per consentire alla pianta di superare momenti di stress e produrre uve di elevata qualità organolettica e in grado di raggiungere il massimo obiettivo enologico in cantina

Nella gestione del vigneto la fertilizzazione gioca un ruolo strategico, agendo direttamente sullo sviluppo vegetativo, sull’allegagione, sulla crescita e la maturazione degli acini, nonché sulla qualità finale della produzione. L’azoto, in particolare, presente nelle bacche alla vendemmia rappresenta un importante fattore della qualità della produzione.

 

Pietro Mastroberardino

Alcune forme azotate (Apa, azoto prontamente disponibile, come N-ammoniacale e amminoacidi) costituiscono infatti un substrato fondamentale per lo sviluppo dei lieviti e la formazione degli aromi. Le concimazioni azotate in vigneto sono dunque in grado di influire sulla quota di Apa nelle bacche, rappresentando uno strumento importante per il controllo della fermentazione e della qualità finale del vino.
L’importanza del miglioramento degli indici Apa nei mosti per la produzione di vini di qualità ce la spiegano l’enologo e l’agronomo della cantina Mastroberardino ad Atripalda (Avellino) insieme al titolare Pietro Mastroberardino.

 

% segue qui

Website | + posts

Giudice degustatore ai Concorsi Enologici Mondiali più prestigiosi tra i quali:

» Il Concours Mondial de Bruxelles che ad oggi ha raggiunto un numero di campioni esaminati di circa n. 9.080, dove partecipo da 13 edizioni ( da 9 in qualità di Presidente );

>>Commissario al Berliner Wine Trophy di Berlino

>>Presidente di Giuria al Concorso Excellence Awards di Bucarest

>>Giudice accreditato al Shanghai International Wine Challenge

ed ai maggiori concorsi italiani.