Home DEGUSTAZIONI VINO Bianco Shiara’ : tra i migliori bianchi di Sicilia e d’ Italia

Shiara’ : tra i migliori bianchi di Sicilia e d’ Italia

Questo è il report di una degustazione verticale di un vino bianco , denominato Shiarà, tra i migliori di Sicilia in assoluto !

 

Già avevo avuto modo, molti anni addietro, di incontrare questo capolavoro dell’enologia sicula, ne ho scritto al link :

https://www.winetaste.it/i-migliori-vini-di-sicilia-oggi-sono-a-livello-mondiale/

Il tutto si è concretizzato in occasione della prima edizione dell’evento denominato Vigen, acronimo di VINO&GENTE svoltosi a Cefalu’ dal 22 al 24 marzo us.

Società agricola vitivinicola Castellucci Miano

Via Sicilia, 1 – 90029 Valledolmo (PA) – Italy

T +39 0921 542385

F +39 0921 544270

www.castelluccimiano.it

info@castelluccimiano.it

LA STORIA AZIENDALE

Le origini della viticoltura nel feudo Valle dell’Olmo risalgono al 1570
fino a raggiungere, alla metà dell’ottocento, un’estensione di 530 ettari di vigneti,
dai quali si produceva vino da vendere nei paesi limitrofi.

La storia di Castellucci Miano inizia dalle nostre origini. Abbiamo studiato e  recuperato vecchi vigneti ad alberello rimasti dalla grande estensione di un tempo, rendendoli unici esempi di biodiversità del territorio di Valledolmo. Dal recupero di questo patrimonio è nata la nostra filosofia produttiva. I vini prodotti da queste uve rappresentano un raro esempio di identità territoriale.

 

Il successo ottenuto sui mercati è una conferma definitiva della nostra idea di territorio. 75 ettari di vigneti distribuiti sui pendii e conche delle montagne che circondano Valledolmo rappresentano un patrimonio viticolo autoctono unico per la storia che rappresenta. Gli antichi vigneti ad alberello insieme ai più recenti a spalliera, danno vita a un raro esempio di valorizzazione.

I VINI: CATARRATTO E PERRICONE DI VALLEDOLMO, GLI INDIGENI DI MONTAGNA.

Catarratto e Perricone, provengono da un patrimonio viticolo autoctono unico per la sua storia e le sue origini e, insieme a Nero D’Avola , costituiscono la più alta qualità dei nostri vini. Solo monovarietali, ottenuti da un’accurata e continua selezione delle migliori uve
con la ricchezza e la variabilità dei nostri piccoli vigneti disseminati a quote comprese tra i 700 e 1050 metri.
L’alberello stilizzato garantisce la custodia e salvaguardia della biodiversità del nostro territorio.

SCHEDA TECNICA

Shiarà

Territorio Alle pendici delle Madonie ad un’altitudine di 950-1.050 m. s.l.m.Vitigno Catarratto. Allevamento alberello. Potaturaa sperone e guyot. Età vigneti 60/70 anni. Terreno sabbioso, argilloso, medio impasto, con reazione alcalina dovuta alla presenza di calcare attivo. Vendemmia ottobre. Vinificazione in bianco. Fermentazione a temperatura controllata. Fermentazione malolattica non svolta. Affinamento in vasca d’acciaio inox per 6 mesi ed in bottiglia per 4 mesi. TipologiaDOC -Valledolmo Sicilia. Gradazione alcolica 13,5% vol.

Shiarà Vintage

“L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi”.
Marcel Proust

 

Intuire l’esistenza di una nuova possibilità di utilizzare le uve Catarratto, scoprirne qualità nascoste, appena percepite, cresciute e protette da un territorio estremo per le caratteristiche geoclimatiche che esprime.
Un patrimonio viticolo da salvaguardare e valorizzare, vigneti ad alberello allocati a 1050 metri s.l.m., con una età media di 40 anni.

 

Una selezione accurata dei vigneti, il lento scorrere del tempo, antichi riti contadini accompagnano la vendemmia a ottobre inoltrato.
Da queste condizioni uniche, nasce lo Shiarà, un bianco minerale di grande energia. Racconta con eleganza e longevità il suo estremo ed affascinante territorio.
Shiarà vintage è un viaggio di sensazioni attraverso la storia di momenti diversi, un’avvincente mini verticale per tutti coloro che amano coltivare le proprie emozioni.

 

Territorio Alle pendici delle Madonie ad un’altitudine di 950-1.050 m. s.l.m.Vitigno Catarratto. Allevamento alberello. Potatura a sperone e guyot. Età vigneti 30/40 anni. Terreno sabbioso, argilloso, medio impasto, con reazione alcalina dovuta alla presenza di calcare attivo. Vendemmia ottobre. Vinificazione in bianco. Fermentazione a temperatura controllata. Fermentazione malolattica non svolta. Affinamento in vasca d’acciaio inox per 6 mesi ed in bottiglia per 4 mesi. Tipologia IGT- Sicilia. Gradazione alcolica 13,5% vol.

LA VERTICALE DI SHIARA’

Magistralmente organizzata e condotta , questa verticale di 7 annate di Shiarà, dal delegato Ais di Palermo dott. Luigi Salvo, al quale vanno i nostri complimenti e ringraziamenti, la quale ci ha dato la consapevolezza delle potenzialità dei vitigni e suoli di Sicilia, che oggi nulla hanno da invidiare ad altre regioni d’ Italia ed a poche nel Mondo !

Buona lettura

SHIARA’ 2012

paglierino in buona intensità ; naso complesso, note di nocciola soffice, floreale macerato, frutto della passione, erbe officinali ;

in bocca entra morbido, leggermente tannico, sapido, in forma smagliante, buona cidità, molto lungo nel finale.

Eccellente 90/100

SHIARA’ 2013

paglierino piu’ intenso del precedente ; floreale e fruttato, intenso, note di idrocarburi, quasi tostato pur essendo stato  affinato solo in acciaio ;

in bocca è pieno, molto sapido, mineralità, pietra focaia, leggermente tannico, ampio e lunghissimo. Un blend di catarratto proveniente da 40 vigneti diversi, con 30-40 giorni di macerazione sulle bucce !

Un Top Wine da 94/100

SHIARA’ 2014

Naso fresco, complesso, margherite, glicine, pesca, mango, molto elegante ;

bocca molto piacevole, leggermente tannico, sapido, minerale, pietra focaia, ci ricorda i migliori riesling.

Eccellente 90/100

SHIARA’ 2015

Naso fresco e floreale, fruttato ed erbe officinali ; bocca sontuosa, ampia, larga, salida ed equilibrata, giustamente caldo, leggermente tannico, molto lungo il finale.

Eccellente 93/100

SHIARA’ 2016

Naso fresco, floreale ed elegante, fruttato di pera, pesca bianca e leggera nota erbacea ;

in bocca è giovane, sapido, leggermente tannico, avrà un lungo futuro avanti a se’.

Eccellente 92/100

SHIARA’ 2017

Colore piu’ scarico dei precedenti ; esplosione di note agrumate, esotiche, macedonia di frutta fresca ; bocca piena, sapido, fresco, molto giovane, sembra appena vinificato.

Eccellente 90/100

SHIARA’ 2008

Di questa annata ne erano rimaste appena 5 bottiglie in azienda :

note di sasso bagnato, note terrose ; finale fresco, pieno , ancora in forma, di piena soddisfazione, sembra ancora giovane !

Eccellente 94/100

Considerazioni finali

Una delle degustazioni verticali piu’ interessanti ed entusiasmanti allo stesso tempo, l’altitudine, l’età e la forma di allevamento dei vigneti, oltre alla sapiente mano dell’uomo, ( ricordo l’enologo Tonino Guzzo, profondo conoscitore dei territori siciliani e mano fatata ) hanno contribuito a portare in bottiglia simili capolavori enologici.

Ricordo che i vigneti di circa 80 anni, allevati ad alberello, si trovano ad altezze tra i 750 ed i 1050 mt slm, siamo in Sicilia ed i vini in questione alla cieca mai si potrebbero collocare sull’isola, ma in Germania nella regione della Mosella od in Austria !

Grande il vitigno catarratto e grandi sono gli uomini che sanno trasformare i prodotti della terra in questo modo, e portarli a noi per il piacere dei nostri sensi !

Chapeau !

Roberto Gatti