Home DEGUSTAZIONI VINO Taormina Gourmet 2018, degustazioni vino, le masterclass ( prima parte )

Taormina Gourmet 2018, degustazioni vino, le masterclass ( prima parte )

Taormina Gourmet, capitale del gusto 2018

 

photo0jpg

( dalla terrazza dell’Hotel Villa Diodoro di Taormina )

Da 6 anni la rivista online Cronache di Gusto, diretta da Fabrizio Carrera, vulcanico “ Deus ex Machina “ della stessa, organizza in maniera impeccabile l’evento Taormina Gourmet, nella splendida località siciliana.

cronachedigusto-840x340-2480x1003

Taormina Gourmet non è solo vino, ma anche birra , prodotti dell’agroalimentare italiano, quali olio evo, pasta artigianale, tonno, formaggi ecc.

Molti gli espositori di tante specialità culinarie, i 6 coocking show giornalieri, che si sono eseguiti nel corso dei tre giorni della kermesse , una apoteosi per i sensi per i tanti appassionati ed addetti ai lavori presenti.

show-cooking

( lo svolgimento di uno cooking show )

Mai come quest’anno, si sono raggiunte vette di pura eccellenza, nella qualità ed unicità delle master class di vino, con la partecipazione di personaggi del calibro di Angelo Gaja, Prof. Scienza, Dott. Riccardo Cotarella, Dott. Daniele Cernilli, l’imprenditore Oscar Farinetti ecc.

 trio

( a sx Daniele Cernilli, al centro Roberto Gatti, a dx Angelo Gaja )

La VI edizione di Taormina Gourmet si è conclusa con un grande successo. La manifestazione ha registrato il tutto esaurito per le master class di alto livello, il pienone ai banchi d’assaggio dedicati al vino e alla birra artigianale e la presenza di autorevoli e qualificati rappresentanti della stampa italiana ed estera.

Durante le tre giornate del 27, 28 e 29 ottobre, gli appassionati hanno affollato le sale dell’Hotel Villa Diodoro di Taormina per seguire 30 masterclass, 18 cooking show, incontri e conferenze, senza contare le cene d’autore che hanno fatto da cornice serale agli eventi, suggellate dalle creazioni degli chef , Lorenzo Cogo,Roy Caceres e Accursio Craparo.

Nei giorni precedenti l’evento, è stato organizzato il concorso “ Sicilan Wine Awards “ riservato solo ai vini siciliani, che ha visto la partecipazione di oltre 350 etichette, passate al vaglio di una commissione di esperti ed addetti ai lavori, presieduta da Daniele Cernilli, alias Doctor Wine.

giurati_swa_2018

( i giurati del concorso )

I risultati del concorso 2018 al link :

 

 

http://www.cronachedigusto.it/archiviodal-05042011/474-taormina-gourmet-2018/26165-premiate-le-migliori-etichette-siciliane-qavete-nella-mano-la-fortuna-di-essere-uniciq.html

 

 

 

LE MASTERCLASS A TAORMINA E LE VISITE IN CANTINA, I MIGLIORI ASSAGGI

Ad evento concluso, sono stati organizzati tre distinti press tour, in altrettante zone vitivinicole dell’isola : la parte sud orientale, alla quale ho preso parte ; la zona etnea ed infine la zona della sicilia nord occidentale !

 

Il programma delle masterclass di Taormina Gourmet 2018 ha toccato vertici di assoluta eccellenza. Molte le degustazioni dedicate a grandi vini che sono state di particolare interesse, significanti per analizzare la storia di alcune etichette di grande blasone. Gli assaggi di vecchie annate ci hanno consentito di valorizzare i veri fuoriclasse della enologia italiana e straniera, ci hanno permesso di conoscere i vini ed approfondire i loro territori d’origine.

Tra i tanti vini degustati, abbiamo selezionato quelli che maggiormente ci hanno colpito, quelli che si sono impressi in maniera indelebile nella nostra memoria gusto/olfattiva, da non perdere assolutamente ! Ricordo che le degustazioni sono state effettuate in momenti e giornate diverse.

 

Prima parte ( seguirà a breve la seconda )

Barolo riserva 1998 Borgogno

relatori-borgogno

Alla degustazione erano presenti Andrea Farinetti, patron dell’azienda, insieme a Daniele Cernilli ed il MW spagnolo Pedro Ballesteros Torres, collega da molti anni al Concours Mondial de Bruxelles !

Il vino si presentava nel calice di un bel rosso granata in forma ; al naso note inizialmente in riduzione, con opportuna ossigenazione dopo 10/15 minuti sono sparite, per lasciare posto a note di cuoio, cenere, note terziarie ; in bocca era perfetto, tannini presenti, buona acidità. Lungo !

Eccellente 92/100

 

Barolo riserva 1982 Borgogno

 bicchieri-borgogno

Incredibilmente colore ancora vivo, granata, con leggere sfumature aranciate sull’unghia, nonostante i suoi 36 anni di vita ; al naso è incredibile, note eleganti, fiori essicati, di grande spessore ; in bocca è perfetto, integro, tannini ancora vivi e pimpanti, fresco, buona spalla acida, lungo, vivo e perfettamente conservato.

Un Top Wine, che ci ha fatto capire la grandezza di certi Barolo !

Eccellente 94/100

 

 

Barbaresco Sori’ Tildin 2015-Angelo Gaja

gaja-bicchieri

Rubino scarico, con leggeri riflessi aranciati, tipici della tipologia ; viene vinificato in tonneaux da 500 lt; naso elegante, fine con note speziate e floreali/fruttate insieme, che ci ricordano il ribes ; in bocca è intenso, tannini fini in integrazione, note di liquirizia nel finale di bocca. Molto caldo, un vino che durerà molti anni, in quanto sostenuto da buona acidità.

Ottimo/Eccellente 90/100

 

Barolo Conteisa 2014- Angelo Gaja

 

Colore tra il rubino ed il granato chiaro ; naso di grande eleganza, viola ed altri fiori ; in bocca tannini fini e setosi, intenso, caldo, equilibrato, leggermente sapido e lungo !

Eccellente 92/100

 bottiglie-gaja

 

Brunello di Montalcino 2013- Pieve di Santa Restituta- Angelo Gaja

 

Granato chiaro ; naso elegante e floreale, con note di viola, ma anche amarena ; in bocca è elegante, tannini setosi, fini, grande beva di classe, elegante, caldo, anche sapido e molto lungo. Una buona acidità lo sorregge a meraviglia !

Eccellente 93/100

 

 

Champagne Paillard

paillard-locandina

Blanc de Blancs Gran Cru extra Brut 50 mesi – 100% chardonnay

Degorgement gennaio 2017

La vendemmia di questo champagne risale al 2011 e 2012, è un multimillesimato al 60% + 40% vini di riserva !

Naso con note di lieviti, crosta di pane ; bocca fresca, sapida, minerale, agrumato fa salivare a lungo. I tre parametri di Bruno Paillard sono eleganza, finezza ed acidità, e qui sono tutti ben rappresentati.

Eccellente 92/100

 

 

Blanc de Blancs 2006

Naso fresco, lieviti e crosta di pane ; bocca sontuosa, pressione contenuta, equilibrio. Nel finale si dispiega a meraviglia, sapido, minerale, lunghissimo e fa salivare per minuti, con la sua nota citrina.

Eccellente 94-95/100

 

bicchieri-champagne 

Blanc de Blancs millesimato 2002

Solamente il 10% degli champagne è millesimato :

bel colore paglierino carico ; naso di crema pasticciera, complesso, note di tostatura ; in bocca è sontuoso, sapido, pieno, buona acidità, note di pietra focaia, minerale e lunghissimo.

Eccellente 94/100

Ricordo che in Italia si possono aggiungere fino ad un 15% di altre annate, nei millesimati ! In Francia non è consentito

 

 

Blanc de Blancs 1996

giallo di buona intensità ; al naso note di idrocarburi ; in bocca è ancora fresco e sapido, molto minerale, lunghissimo con una freschezza impressionante. Lunghissimo

Eccellente 95/100 un vero fuoriclasse assoluto

 

 hotel-villa-diodoro-taormina-042

Seguirà seconda parte

 

Roberto Gatti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Website | + posts

Giudice degustatore ai Concorsi Enologici Mondiali più prestigiosi tra i quali:

» Il Concours Mondial de Bruxelles che ad oggi ha raggiunto un numero di campioni esaminati di circa n. 9.080, dove partecipo da 13 edizioni ( da 9 in qualità di Presidente );

>>Commissario al Berliner Wine Trophy di Berlino

>>Presidente di Giuria al Concorso Excellence Awards di Bucarest

>>Giudice accreditato al Shanghai International Wine Challenge

ed ai maggiori concorsi italiani.